Matteo Salvini

Da "Cattivissimi Noi" (giugno 2013)

Se non sbaglio, tu Cruciani sei amico di Matteo Salvini, oggi uno degli uomini che contano di più nella Lega, il capo in Lombardia ed eurodeputato. 

     C: Sì, e non me ne vergogno. Ma ho un ottimo rapporto anche con un altro deputato europeo del Carroccio, Lorenzo Fontana, uomo molto vicino al sindaco di Verona Tosi. Salvini sa come la penso e sa pure che quando viene come ospite alla Zanzara non faccio sconti. Il fatto è che non ho pregiudizi, anzi più volte sono stato ospite con lui a Radio Padania nel filo diretto con gli ascoltatori che mi attaccavano per il solo fatto di non essere uno dei loro.

     Ti ha fatto diventare un po’ leghista? 

     C: Ma va, che dici… Però alcune cosette che dice sul Sud le condivido, lo spreco di denaro pubblico, la gestione della sanità, i falsi invalidi, lo scandalo dei bilanci siciliani. Ma ci rendiamo conto che a Palermo sono riusciti a spendere più di venti milioni per comprare dei filobus però non hanno costruito le rotaie? 

     Da voi in trasmissione si controlla oppure si scatena? 

     P: Salvini è un prezzemolino, puoi trovarlo la mattina in una rete privata lombarda, il pomeriggio dalla D’Urso e la sera a Porta a Porta. Vive per la politica. Devi beccarlo al momento giusto. 

     C: Ma non è più il Salvini di una volta, quello che faceva i cori da stadio contro i napoletani o che proponeva autobus separati per milanesi ed extracomunitari.

     P: Della frattura all’interno della Lega fra maroniani e bossiani noi sapevamo da tempo. Spesso siamo andati a cena con Matteo e altri leghisti a Strasburgo, al Parlamento europeo, e veniva fuori tutto.

     Cioè?

     C: Salvini non ha mai sopportato l’arroganza dei familiari di Bossi e il “cerchio magico”, anche se adesso viene accusato della stessa cosa. Cioè di far parte di un gruppo ristretto di persone intorno a Maroni che decide i destini della Lega e dei militanti a colpi di espulsioni. Comunque un giorno in trasmissione sbottò contro Renzo Bossi: «Mi incazzo con Renzo Bossi, con quelli che fanno furbate. Rispetto e capisco chi non ci voterà più dopo questi atti. Preferisco perdere questo giro piuttosto che avere l’indifferenza degli elettori. Renzo ha chiuso con la politica». Erano i giorni della laurea in Albania di Bossi jr.

     P: Ma Salvini resta quello delle origini e ogni tanto viene fuori. «Il tricolore non mi rappresenta, in camera ho solo la bandiera del Milan e quella della Lombardia». E ancora: «Se incontro Monti per strada cambio marciapiede e non gli stringo la mano». Ricordo pure una sua frase su Roma, quando era in corsa per le Olimpiadi: «Meglio Timbuctù che Roma, abbiamo visto i buchi dei mondiali di nuoto e le opere non finite di Italia ’90».

     C: Non dimentichiamoci che Salvini è quello che diceva «con Berlusconi mai più», «Berlusconi si dedichi ad altro», «con lui si parla solo di bunga bunga e di giustizia», «ha tradito gli elettori», «non ha più l’età, si preoccupi di tenere Thiago Silva e Ibrahimovic al Milan» e via discorrendo. Poi, la virata a 360 gradi: «La Lombardia merita qualunque sacrificio, anche l’alleanza con Berlusconi».
 

Compare in:

Stagione 2021-2022

Salvini è un cazzaro, così sintetizza Cruciani riguardo i recenti annunci del leader della Lega… continua

Apertura di puntata: Cruciani sfoggia una maglietta ritraente un pugno con i colori dell'Ucraina… continua

Parenzo provoca Cruciani: "parla della vicenda Morisi, parla"!
Cruciani premette che ci… continua

Matteo Salvini alle prese con il caso Luca Morisi, il dirigente della Lega, spin doctor della… continua

Stagione 2020-2021

Il direttore Vittorio Feltri viene punzecchiato da Parenzo, che il giorno prima aveva predetto… continua

Stagione 2019-2020

Matteo Salvini legge i commenti durante una sua diretta: "però ragazzi questo che dice fanc*** l… continua

Un super Donato da Varese interviene in trasmissione per replicare alle frasi di Don Paolo… continua

Andrea da Firenze difende Matteo Salvini che in televisione ha recitato l'"Eterno Riposo" nella… continua

In esclusiva a La Zanzara, l'audio della requisitoria di Fabio Volo contro lo show al citofono… continua