Finale stagione 2020-2021

Finale stagione 2020-2021

Cruciani e Gottardo

Cruciani e Gottardo

Personalissimo taccuino di ZR

Cruciani si appresta a raccontare la guerra civile in programma dal prossimo settembre? E questa volta senza la leggerezza e la dissacrazione con cui negli anni lui e Parenzo hanno affrontato breaking news drammatiche e potenzialmente terrorizzanti? Forse Parenzo ha intuito l'antifona e, prudentemente, si tira anticipatamente fuori?

Negli ultimi due giorni di programmazione della settimana precedente (giovedì 15 e venerdì 16 luglio), Parenzo senza la presenza della criptonite Gottardo era tornato agli antichi splendori.

Ma è bastata la ripresa della convivenza nella settimana finale di stagione, che Parenzo si è di nuovo spento e inacidito, regalando come unica e forse ultima perla, lo show con Maurizio Scandurra su Girolamo Fracastoro.

L'opinione di molti zanzarosi, sulle varie pagine e gruppi social, è che sia ormai deciso l'addio di Parenzo e che l'unico nodo da sciogliere sia semmai quello su chi ci sarà a fianco di Cruciani nella prossima stagione, se cioè ci sarà Gottardo o la formazione sarà ulteriormente rivoluzionata.

In un sondaggio sul canale Zanzara Republic del 20 luglio, la maggioranza dei votanti ha espresso la previsione che nulla cambierà a settembre.

sondaggio

Ma si tratta di un orientamento discorde rispetto all'umore che traspare nei post e commenti su Instagram, Facebook e Twitter, di fan della Zanzara che danno quasi tutti per scontato l'addio di uno stanco e spento Parenzo.

Screenshot apparso su RdR

Si arriva poi a oggi, 31 luglio, e

- fermi tutti! -

appare nel gruppo Facebook RdR quello che potrebbe essere un clamoroso fake o che forse è la soluzione del giallo dell'estate.

Il dubbio che lo screenshot sia un fake, purtroppo, rimane (come si legge in un commento), perché a questo screenshot non corrisponde alcun post restituito nelle ricerche sulla piattaforma Facebook.

Potrebbe trattarsi di uno screenshot a un post di un gruppo privato (ecco spiegato allora l'arcano), oppure potrebbe trattarsi di un falso.

Ma sarebbe allora un falso di particolare fattura e livello di sofistificatezza, maliziosamente millantante la rivelazione di un personaggio non noto, come Alessandra Scaglioni, ma effettivamente di spicco nell'amministrazione di Radio 24.

Alcune reazioni:
Per lui c'è solo la zanzara, a la7 fa solo supplenze e ospitate. Persino a in onda si è fatto surclassare dalla de Gregorio

Da notare che nel post originale i non zazarosi lodano Parenzo per la sua educazione e il suo politicamente corretto 😅 [ma dov'è il post originale? NdR]

Ragazzi ma veramente avevate dei dubbi? È il solito teatrino che fanno ogni volta puntualmente alla fine della stagione per creare un po’ di suspense 

Rassegna Stampa

Articolo di Stefano Beccacece su RadioMusik del 23 luglio 2021

Termina La Zanzara: Parenzo ha scoperto di non essere indispensabile. Gli scherzi simil-Merkù sarebbero da evitare

Si è conclusa un’altra stagione de La Zanzara. Partiamo da un presupposto: ieri il programma si è meritato le ferie, dopo aver portato l’imam Scek Nur a parlare di “Pugne**e e Cinque contro uno”. Come direbbe Feltri: un trionfo.

Gli ultimi giorni hanno portato qualcuno ad ipotizzare che David Parenzo potrebbe lasciare l’anno prossimo. Perché lui “disprezza” Alberto Gottardo. Parenzo ha detto ieri: “Non sono indispensabile”. E stasera, ma lo fa da un paio di stagioni: “E’ finita, da stasera si chiude”.

L’impressione è che stesse cercando di dire a Cruciani “O io o lui”. A sua volta, il conduttore ha cercato – senza riuscirci – che se qualcuno disprezza un compagno di trasmissione – tra le opzioni di questo qualcuno c’è quella alzare eventualmente i tacchi o parlare con la direzione artistica.

Se Parenzo è stanco – qualche giorno fa messo in mezzo per una cosa che non ha detto – può prendere la sua strada e gli ascoltatori gli diranno “Grazie”. Del resto, la radio non è il suo habitat, ci sta come “Il Capitale” di Marx starebbe nella sede di Forza Nuova.

Vi sono stati importanti contributi dalla sede di Padova. La scoperta del “mitologico Petrella” ha portato alla realizzazione della trasmissione “abusiva” intitolata “Gatess Show”.

Gli scherzi simil-Merkù, magari no
Certo, resta incomprensibile la crociata gottardiana contro i camionisti, ma soprattutto: su questa stagione c’è da dire che non ha senso fare gli scherzi telefonici simil-Merkù, senza il talento di Merkù. E’ successo 2-3 volte a memoria di chi scrive, ma il finto impiegato del Comune a un certo punto deve far ridere, o sorridere almeno. Altrimenti sembra un censimento. Usare lo stesso modus operandi dell’originale, altro non fa che rimarcare le differenze con l’originale. E poi, un personaggio che si chiama Cosimo Falcetti Martelli in un blocco comico ha un senso, ma Giovanni Gottardi no.

In chiusura vogliamo sottolineare il modo chirurgico con cui Cruciani a fine stagione riesce sempre a polemizzare con Stefania Zabrak del Traffico. Per il modo di ribattere colpo su colpo, prima o poi sarà necessario uno “Zabrak fans Club”.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)